Logo Centro Corsi Martina
Home page

ECM

 

 

 

GU n. 63 del 10/03/2020
lo sconto online è del 5%

EDIZIONI MARTINA S.R.L.
40126 Bologna - Via delle Belle Arti 17/E - Tel. 051.6241343 - WhatsApp 3388677050 - info@edizionimartina.com


Il carrello è vuoto
Autore Titolo Indice

CENTRO CORSI E.C.M. EDIZIONI MARTINA

     

 

Sei il visitatore numero

 





Copertina del libro di Lella di Marco - I saperi delle donne: sguardi e cura dei corpi nei cicli vitali

 

La Responsabilità Odontoiatrica e i Rapporti di Attività Professionale in Ortodonzia

BUCCELLI C. - DI MICHELE P. - LAINO A. - D’ALESSIO R.

Illustrazioni a colori e tabelle

ISBN 978-88-7572-126-8

ESAURITO

Presentazione (Prof. Damaso Caprioglio)
Prefazione del Presidente S.I.O.F.
Prefazione del Presidente S.I.D.O.
Introduzione degli Autori
Indice

 

Presentazione (Prof. Damaso Caprioglio)

Sono onorato di presentare questo testo che certamente rappresenterà una pietra miliare per il suo contenuto. È un vero, completo ed esaustivo Trattato di Odontoiatria Forense, con particolare riguardo per l'Ortodonzia. Si deve ad un appassionato lavoro di ricerca, di sperimentazione, di esperienza clinica di due eccellenti Autori, quali il Prof. Alberto Laino ed il Dr. Pietro di Michele, che unitamente alla grande Scuola Partenopea di Medicina Legale, ed in particolare del Prof. Claudio Buccelli, hanno saputo da circa un ventennio istituire la Società di Odontoiatria Forense, programmando dei convegni biennali, che via via si sono caratterizzati per la loro serietà e validità. Merito anche di avere sempre avuto come sede Modena con la cooperazione dell'Azienda Unità Sanitaria Locale del Servizio Sanitario Emilia-Romagna, senza dubbio fra i più qualificati ed organizzati come centri di eccellenza, e la collaborazione della SIDO, sia con i vari consigli direttivi sia con la presenza di validi contributi a cura di diversi suoi Soci. Al Prof. Buccelli in particolare va dato merito di avere saputo cooptare numerosi altri cattedratici e loro collaboratori, di varie ed eccellenti scuole di Medicina Legale, che a loro volta hanno profuso il meglio della loro esperienza di ricerca, didattica e clinica. Si è venuto così a creare un valido e prezioso connubio sinergico con una simbiosi di elevato valore! Ne è quindi scaturito un libro di fondamentale importanza e di grande utilità, per la sua completezza, la sua chiarezza e precisione di esposizione, non solo per tutti gli Ortodontisti, dal giovane specializzando all'affermato professionista, ma anche per tutti gli Odontoiatri. Già il primo capitolo è fondamentale: è dedicato all'Etica ed alla Deontologia. Vale una attenta e precisa lettura perché sarà poi di stimolo a ben operare, e riassume da solo tutto l'iter e le tematiche degli altri capitoli, ove poi più esaustivamente saranno trattati. Oltre al sapere tecnico l'Odontoiatra deve ben conoscere i principi dell'Etica, e sapere avere sensibilità e riflessioni in ambito bioetico. Negli ultimi anni vi è stato un rapido accrescimento e diffusione dei problemi etici con la pratica medica, con un intreccio sempre più forte con la deontologia. Basti riflettere alla importanza ed alle tematiche odontoiatriche di natura squisitamente bioetiche, che l'Odontoiatra dovrà conoscere in modo preciso ed appropriato, quali la relazione col paziente, la comunicazione, l'acquisizione del consenso alla terapia, l'assunzione di responsabilità etiche e morali nei riguardi di ogni singolo paziente, l'assunzione dei propri limiti di competenza e preparazione, la necessità dell'aggiornamento continuo, la necessità di collaborazione inter e multidisciplinare, i rapporti interprofessionali, le norme di sicurezza dello studio, il trattamento dei dati sensibili etc. Ognuno di questi argomenti trova ampio risalto e documentazione nei sedici capitoli che seguono, ove la chiarezza e precisione espositiva rendono facilmente fruibili ed applicabili le nozioni apprese. Da segnalare in particolare in ogni capitolo i quadri sinottici e le tabelle riassuntive che rendono ancora più facile la memorizzazione di quanto appreso e la semplicità di potere in seguito tornare a rivedere lo stesso argomento, grazie anche ad un preciso ed utile Indice Analitico. Alcuni capitoli sono poi di fondamentale importanza per sapere impostare la propria pratica professionale onde non incorrere in possibili contenziosi coi pazienti. Da quello iniziale sull'informazione, la comunicazione ed il consenso in Ortodonzia, ove viene ben rimarcato come il consenso sia un importante mezzo di comunicazione che coinvolge moralmente sia i genitori sia il paziente tanto più quando è minore, e come esso serva già da solo, se ben applicato per diminuire drasticamente il pericolo di contenzioso. Da rimarcare nei capitoli successivi sul contenzioso e sulla responsabilità professionale civile e penale l'esposizione di un dato allarmante: l'aumento delle denunce formulate nei confronti sia dei singoli medici che delle strutture sanitarie è stato del 255% riferito ai dati dei 15 anni addietro! Il capitolo sulla Epidemiologia ed i contenuti del contenzioso mettono bene in risalto queste nuove e preoccupanti problematiche. Viene poi bene evidenziato il forte aumento anche dei casi di malpractice medica. Queste percentuali valgono non solo per la medicina generale ma vi è analoga consistenza se riferita alla disciplina odontoiatrica. In particolare per l'Ortodonzia viene segnalata una statistica per gli USA, ove il coinvolgimento in giudizio è di circa un ortodontista su dieci ogni anno, e le cause del contenzioso, riferite soprattutto a scarsa comunicazione coi pazienti e genitori, ad opinioni discordanti fra colleghi, etc. In Italia va segnalato come il tasso di controversie in Odontoiatria rispetto alla totalità dei sinistri denunciati sia passato dal 3,6% al 9% in soli sette anni! Queste note ci fanno comprendere quanto sia fondamentale curare con attenzione e precisione tutte le raccomandazioni e precisazioni di legge che questo eccezionale libro offre ad una lettura attenta e scrupolosa e poi nel saperle applicare onde evitare tutte le sequele ben descritte nei due capitoli seguenti sulla responsabilità professionale civile e penale. La grande considerazione che ormai a livello sociale è dedicata alla tutela del diritto alla salute (sancita dalla Costituzione artic. 32!), obbliga quindi ad una delicata e precisa attenzione da parte dell'odontoiatra a svolgere la propria attività, poiché questo diritto viene considerato: "Fondamentale e caratterizzato da un valore intrinseco pregnante....!!", come scrivono gli Autori. Emergono quindi e ben descritte le due forme di responsabilità civile contrattuale ed extracontrattuale in tutte le loro varie sfaccettature, dall'onere probatorio, al nesso causale, alla responsabilità in equipe etc. Ancora più attenzione merita poi il capitolo sulla responsabilità professionale penale, anche se fortunatamente nell'ambito odontoiatrico rappresenta una minima percentuale del contenzioso complessivo. Mentre nella responsabilità civile occorre la presenza del danno per quella penale si può prescindere da questo ed avere reati di mero pericolo, come ad esempio è sancito dall'art. 348 del c.p. (esercizio abusivo di una professione!). Ben delineata e descritta è quindi l'esposizione delle varie norme del codice deontologico al quale l'Odontoiatra dovrà attenersi per eseguire le sue cure "Lege Artis". L'applicazione attenta e scrupolosa di quanto finora esposto nei capitoli, permetterà all'odontoiatra una attività professionale sicura, precisa e di grande soddisfazione professionale ed anche dei suoi pazienti nonché la stima ed il rispetto in ambito professionale. Segue una serie di capitoli di grande interesse ed utilità per una preparazione e gestione precisa e qualificata in campo ortodontico. Acquista sempre più importanza quindi l'avere istituito da 40 anni la Scuola di Specializzazione in Ortognatodonzia, il grande sviluppo di materiali, mezzi e componenti sempre più fruibili, integrati ed estetici, il fiorire di varie Filosofie tecniche, che obbligano l'ortodontista a mettere in atto, nell'adempimento dell'obbligazione (diagnosi e terapia del paziente), la necessaria diligenza prevista dalla sua disciplina all'epoca in cui si svolge il trattamento oggetto di eventuale contenzioso. Non vi è quindi ancora la pretesa che lo svolgimento dell'ortodonzia debba essere appannaggio degli specialisti ma nell'assunto che il professionista che non abbia una adeguata preparazione, non troverà alcun esimento all'inadeguatezza del suo operare. Notevole importanza ha poi il capitolo sulla vexata questio se l'Ortodonzia è funzione od estetica e le implicazioni medico legali. L'ortodontista ora pur privilegiando la funzione, pone come "Gold Standard" sempre più l'interazione con l'estetica facciale contemporanea. Ora l'estetica facciale è una delle principali aree dell'interesse dell'ortodontista: la creazione di una occlusione armonica in grado di ottimizzare le molteplici funzioni dell'apparato stomatognatico, non può prescindere dalla valutazione dell'impatto della posizione dei denti sui tessuti molli della faccia. Non solo ma l'ortodontista dovrà tenere conto nella terapia di parametri estetici di riferimento relativi ai soggetti di età comparabile coi propri pazienti dello stesso sesso ed etnia, ed anche aggiornati, per tenere conto dell'evoluzione generale di estetica. Sarà quindi ancora più incisivo e fondamentale una conoscenza informata, precisa, individuale e ben dettagliata, tale da considerarlo per gli Autori: "Una vera e propria integrazione della prestazione sanitaria finalizzata alla tutela della salute!". Segue una serie di capitoli di grande utilità ed interesse per l'applicazione pratica per l'espletamento della professione ortodontica, quali il regime di Autorizzazione e di Accreditamento dello studio, il Rapporto di consulenza ortodontica, la Gestione e la Riservatezza dei Dati, la Gestione del dispositivo ortodontico, il Rischio Biologico e la Copertura assicurativa e il Regime Fiscale. Questo ottimo trattato termina poi con due capitoli importanti: uno sulla Mediazione, la Conciliazione e la Gestione del contenzioso in Odontoiatria e l'ultimo sulla Odontoiatria Difensiva. Importante è stato il decreto legislativo 29 del 4 marzo 2010 che ha inserito la disciplina della Mediazione obbligatoria nell'ambito del contenzioso civile che ricomprende il risarcimento del danno derivante da responsabilità medica (art. 5), finalizzato a dirimere le controversie senza che sia necessario il ricorso alla fase giudiziale, cui si giungerà solo in caso di mancata accettazione delle parti, con la conduzione di un Mediatore che, sentite le parti, propone una "Conciliazione". Diventa pertanto auspicabile l'individuazione di un Odontoiatra Legale adeguatamente formato in materia, che possa assumere il ruolo di ausiliario se non direttamente di Mediatore. L'Odontoiatria Difensiva chiude con una tematica nuova, di notevole interesse e di grande attualità. Ancora un vivo complimento non solo agli Autori, ma anche agli illustri e validi collaboratori per avere presentato un trattato che dovrà essere letto e meditato, per applicare poi, con precisione e scrupolo, tutti gli indirizzi legislativi, le raccomandazioni ed i suggerimenti esposti, per ottenere una piena e sicura esecuzione della professione, onde evitare ogni sequela di contenzioso sia civile che penale con i pazienti. Infine a rendere l'opera estremamente ultra moderna ed ancora più facilmente fruibile, vi è la presenza in ogni volume, anche di un C.D. con l'intero Testo in una gestione informatica!! Un vivo elogio ancora agli Autori per essere riusciti a porgere in omaggio questo volume a tutti i Soci SIOF e SIDO, grazie ad uno Sponsor che si è assunto l'onere di coprire tutte le spese editoriali senza volere essere citato!! Esempio di grande figura illuminata ed etica! I Latini dicevano: "Vera Scientia est celare Scientiam!!". Il grande uomo si distingue per il suo silenzio e la sua riservatezza! Va dato merito ad un valido collaboratore del testo il Prof. Dr. Raoul D'Alessio illustre e ben noto Ortodontista, esperto in estetica e comunicazione. Infine un vivo plauso all'Editore Dr. Alfredo Martina, che con il suo entusiasmo, indomito coraggio ed energia ha saputo assumersi l'impegno editoriale.

Professore Damaso Caprioglio
Già Professore Ordinario di Ortognatodonzia e Gnatologia
Docente di Etica Università degli Studi di Parma

Post Scriptum:

Aderendo ad un simpatico invito del Prof. Alberto Laino, ho accettato volentieri di aggiungere una frase di Autori Latini all'inizio di ogni capitolo, sia per indurre una meditazione ed una riflessione sull'argomento trattato, sia per un omaggio alla grande scuola di pensiero giuridico latina che è poi stata di guida nei secoli fino all'era moderna!

 

Prefazione del Presidente S.I.O.F.

Provare a fare la presentazione di questo opera in poche righe è per me una prova molto difficile, perché vuol dire cercare di raccontare una storia di vita professionale che nasce a Modena con un gruppo di amici. Eravamo nel 2001, sembra ieri, ma in realtà sono trascorsi già più di dieci anni, e ci siamo resi conto che nella nostra voglia di crescita professionale continua in ortodonzia, mancava una parte fondamentale della cultura professionale, "le Leggi e la Medicina Legale", per l'esercizio della professione, relegate alle esclusive competenze del mondo sindacale. La prima edizione del convegno "Ortodonzia legge e medicina legale" nasce con la collaborazione di Mauro Cozzani, sotto la presidenza SIDO di Massimo Ronchin, e poi viene rinnovata negli anni a scadenza biennale con tutti gli altri Presidenti fino ad oggi. Questa sinergia SIOF-SIDO porta in casa SIDO un modo nuovo di fare formazione, su temi non esclusivamente clinici, ma integrando dottrina medico-legale nella nostra pratica clinica. Il Sodalizio è continuato, e nel tempo si è ulteriormente rinforzato, perché oggi più che mai, la conoscenza delle regole della nostra professione di medici odontoiatri, l'etica, la comunicazione, la gestione dello studio, la presenza di più professionalità in strutture complesse, e le modalità di rapportarsi con il paziente nel rispetto delle indicazioni della medicina legale sono diventati ingredienti necessari per l'esercizio di una buona professione di Odontoiatra, che non può più solo tenere conto dalla buona clinica e della correzione dell'occlusione. Nell'ultima edizione del VII° Convegno Nazionale di Ortodonzia: Legge e Medicina legale a Modena il 30/31 marzo 2012 durante la mia presidenza in SIOF è stata affrontata l'attualissima problematica: "La responsabilità odontoiatrica e i rapporti di attività professionale in ortodonzia", che vede il Socio SIDO ortodontista al centro delle articolate disamine che lo coinvolgono quotidianamente sia nelle scelte terapeutiche che negli stili di vita comportamentali sempre più rispettosi del rapporto con il paziente. L'opera vede tra gli autori oltre al sottoscritto in qualità di presidente in carica SIOF e promotore delle precedenti edizioni del Convegno Nazionale di "Ortodonzia: legge e medicina legale", il Prof. Claudio Buccelli ordinario di medicina legale dell'Università degli Studi di Napoli "Federico II", che è stato in tutti questi anni per me maestro insostituibile di dottrina medico legale, e l'instancabile fraterno amico Past President SIOF e SIDO il Prof. Alberto Laino. Il Testo frutto della raccolta e degli approfondimenti di argomenti tecnici più attuali trattati in modo semplice e descrittivo, schematico e sintetico, vuole essere di facile consultazione per l'odontoiatra, e si candida ad essere una guida per il professionista che vuole essere attento a tutti gli adempimenti ma ancor meglio vuole garantirsi una professionalità dal valore aggiunto nell'attuale contesto professionale odontoiatrico che non vede più al centro il rapporto paziente/odontoiatra, ma al contrario la struttura ed il paziente in una visione sempre più globale e parcellizzata dall'operato di super specialisti che contribuiscono alla riuscita della prestazione per quota parte, dove l'assunzione delle responsabilità diventa ripartizione, in un consenso professionale interdisciplinare, per competenze. Alla realizzazione dei capitoli del libro, spiccano per competenza e qualità dell'operato l'intero direttivo di medici legali della SIOF, i colleghi del direttivo SUSO che hanno collaborato da sempre, unitamente ad altri cultori della materia, come il Prof. Raoul D'Alessio, che con grande passione hanno dato il proprio contributo scientifico, nella speranza che il Testo possa essere di concreto ausilio nella pratica clinica professionale sia del giovane odontoiatra che dell'affermato professionista. Un particolare ringraziamento va all'amico Prof. Damaso Caprioglio che ci ha voluto fare dono della sua preziosa e puntuale presentazione. Nell'augurare una buona, ma approfondita lettura a tutti i Soci SIOF e SIDO ringrazio tutti gli autori per la operosa collaborazione alla stesura del testo.

Pietro di Michele
Presidente SIOF 2010-2012


Prefazione del Presidente S.I.D.O.

Carissimi Soci, è un piacere presentarvi la nascita di questo testo SIOF-SIDO che riesce a trattare, nel modo più immediato possibile, non facili ma rilevanti tematiche di natura etico-dentologica e di tipo tecnico-professionale associando spunti di riflessione delle discipline medico-legale e ortognatodontica. Sono infatti esaminati in questo lavoro argomenti a volte poco considerati dal terapeuta nella sua pratica clinica, espletata sia in proprio che in consulenza, ma che sono parte integrante della quotidiana professione tanto ortodontica che odontoiatrica. Un testo che stimola l'approfondimento delle questioni affrontate nei vari capitoli: un fil rouge di analisi, riflessione e risposte che partendo dai principi etico-dentologici della professione, si snoda attraverso l'informazione ed il consenso all'atto odontoiatrico, la responsabilità professionale in ambito civile e penale, il regime di autorizzazione e di accreditamento dello studio, la responsabilità in consulenza, il regime fiscale con la copertura assicurativa, approdando infine al fenomeno dell'odontoiatria difensiva. Di interesse particolarmente pratico è la presentazione di moduli di consenso alla terapia ortognatodontica che tengano conto di interdisciplinarietà tipiche della nostra disciplina e che possono rappresentare il punto di partenza per la formulazione di modelli di consenso informato "personalizzati" in relazione a specifiche e peculiari problematiche del singolo paziente. Il contributo in collaborazione di insigni Docenti di Medicina Legale e di egregi Clinici si è concretizzato in una sapiente semplificazione di temi dottrinari e clinici, oggetto di vivaci dibattiti tra esperti: l’immersione nella quotidiana attività professionale ha portato alla elaborazione di utili ed efficaci consigli, allo scopo di stimolare il dialogo tra i protagonisti del rapporto di cura oggi sempre più minato dai mass-media, e di rinsaldare il rapporto con il paziente prevenendo eventuali incomprensioni e atteggiamenti rivendicatori. Un grazie sentito agli Autori e ai Curatori per la competenza e la disponibilità, alla SIOF e ai suoi Sponsor etici, il cui desiderio di rimanere ignoti fa onore a loro stessi e accresce la loro generosità, consentendo anche ai Soci SIDO di usufruire di un costante e sempre più approfondito aggiornamento professionale. All’insegna del "conoscere per prevenire", vi auguro buona lettura.

Maurizio Manuelli
Presidente SIDO 2012

 

Introduzione degli Autori

Ormai gli argomenti di medicina legale che interessano l'odontoiatria in generale e l'ortodonzia in particolare non sono più quelli propri della medicina legale visti ed interpretati in tali ambiti, ma si esprimono attraverso problematiche peculiari che devono trovare risposte adeguate e concrete in saperi e consapevolezze di una disciplina che autonomamente getta le sue radici nelle cognizioni odontoiatriche specificamente filtrate alla luce delle conoscenze medico legali. Non è più possibile, cioè, ragionare e discutere di problemi medico legali della odontoiatria in termini di riflessioni medico legali adattate alle esigenze di questa, ma deve esprimersi in una logica operativa vissuta ed espressa all'interno della odontoiatria medesima. In tale senso l'odontoiatria forense (dizione più diffusa di quella forse più propria di odontoiatria legale) esprime esigenze di conoscenze, puntualizzazioni, aggiornamenti, elaborazioni di argomenti quotidianamente vissuti nella odontologia, da affrontare attraverso competenze congiunte ed al tempo stesso fortemente embricate che con tali caratteristiche provengono da esperienze e cultura maturate come sopra. In tale ottica la SIOF, in aderenza alla sua mission di vicinanza agli odontoiatri in una prassi che evoca continuamente questioni nell'ambito, soprattutto (ma non esclusivamente), di diritti e doveri etico-deontologici e nello spinoso campo della responsabilità professionale con le sue innumerevoli sfaccettature assicurative, giuridiche e relazionali ha avvertito l'esigenza di contribuire all'analisi e a suggerimenti operativi su diversi aspetti di tali argomenti, raccogliendo anche convergenti sollecitazioni della SIDO e, quindi, approfondendo in diverse occasioni il proprio interesse nel settore della ortodontia. In questo contesto il gruppo medico legale della SIOF con grande entusiasmo ha garantito il proprio contributo di conoscenze ed esperienze in ciascuno dei capitoli del testo che si è realizzato, forte delle competenze di ciascuno, sviluppate proprio nel settore della odontoiatria forense. Devo pertanto doverosamente ringraziare non solo i dinamici amici Pietro di Michele, Presidente della SIOF, ed Alberto Laino, Past President, con i quali sin dalle prime battute si è ragionato sul testo, su come farlo crescere, su come raccogliere adesioni e contributi dai componenti del Consiglio Direttivo della SIOF ed in parte della SIDO, estendendo l'invito collaborativo anche a colleghi esterni al Consiglio Direttivo e pur sempre soci SIOF, oltreché a colleghi Medico Legali che hanno aderito senza alcuna esitazione, con entusiasmo e con grande spirito di disponibilità all'iniziativa. Assieme a questi ultimi si è vissuto un'affascinante esperienza di comunità scientifica, in perfetta sintonia (e non poteva essere diversamente date le premesse di cui sopra) che, con la componente odontoiatrica, ha dato sul piano medico legale a mio avviso assai validi contributi di dottrina e di esercizio negli argomenti trattati. Non tutto è stato detto; non tutti gli argomenti sono stati trattati, ma questo primo comune lavoro sicuramente spinge la SIOF e noi ancora una volta, Medici Legali che credono nella odontoiatria forense, a pensare con determinazione di poter in seguito continuare e ampliare l'esperienza in questo testo realizzato insieme ai colleghi ed amici odontoiatri. L'esigenza di prossime revisioni ed ampliamenti di considerazioni è forte se si considera che in ambito medico legale dottrina e giurisprudenza evolvono assai rapidamente pervenendo spesso a cambi di posizione sostanziali che un odontoiatra non può ignorare per un sicuro e sereno esercizio della sua professione. Il ritorno, sia pur da diversi autori, su medesimi argomenti con inevitabile aree di sovrapposizione non deve peraltro meravigliare; la materia trattata è ampia e con aspetti di contiguità di temi, specie di natura etico-deontologica e forense. A nome di tutto il gruppo medico legale sento di dover esprimere un sentito ringraziamento a chi vorrà scorrere con interesse i capitoli del testo per seguirne le argomentazioni esposte, a valere come contributo per una corretta prassi professionale. Un ringraziamento, infine, anche agli odontoiatri della SIOF (e più in generale ai medici dell'odontoiatria), che con la loro paziente e benevola attenzione ci hanno consentito di contribuire pariteticamente allo sviluppo della odontoiatra forense.

Claudio Buccelli
Vice Presidente SIOF

Cari Colleghi, l'essere stato in passato prima il Presidente della SIOF (2003/2005) e successivamente della SIDO (2006/2007), mi ha permesso di conoscere a fondo le reali problematiche che ciascun Odontoiatra o Ortodontista affronta nella sua attività professionale quotidiana. A mio avviso uno dei problemi attuali più critici nel nostro mondo lavorativo è la presenza di una cospicua offerta professionale associata ad una professionalità talvolta non sufficientemente matura o addirittura carente. Come tutti voi ormai ben sapete il mio modo di "vivere le Società Scientifiche" è stato sempre caratterizzato dall'ascoltare le problematiche provenienti dalla base per poterle risolvere o quantomeno migliorarle, quando si è poi ai vertici, percorrendo con i colleghi itinerari professionalizzanti che permettano, sia al neofita che al più esperto, di fare "meno errori possibili" nella pratica clinica. Ed è con questo nobile intento che nasce questo primo testo della Collana "Ortodonzia, Legge e Medicina Legale" che vuole essere prima di tutto l'inizio di un chiaro e sinergico colloquio con gli "Esperti" che espongono, con semplicità e chiari concetti, lo stato dell'arte della specifica problematica ed indicano le norme comportamentali più congrue e coerenti, rispettose delle leggi e delle normative più recenti. Un profondo e meditato confronto non può fare altro che migliorare la nostra professionalità. Leggerete molti capitoli con enfasi, altri vi stimoleranno a meditare su tematiche che possono sembrare non riguardarvi, ma che a ben riflettere sono cogenti e coinvolgenti nel nostro operato quotidiano. Ai colleghi Medici Legali infatti, abbiamo chiesto chiarezza, trasparenza e linearità con semplicità di linguaggio, cogliendo e sottolineando sempre le implicazioni clinico-comportamentali di una norma o di una legge, sottolineando le criticità che il nostro clinico deve affrontare nella sua quotidiana attività per non incorrere in...... per evitare che...... per superare la......, nell'intento di effettuare una concreta prevenzione del contenzioso.Sono sicuro che la fluida lettura dei capitoli di loro competenza vi aiuterà a migliorare il rapporto con i pazienti e con il Team di studio, qualificando ulteriormente la nostra professione. Altri capitoli invece apriranno desideri di approfondimento ed una concisa ma qualificata bibliografia vi permetterà di apprezzarne tutte le sfumature più dettagliate. Molto stimolanti sono le riflessioni sulla Informazione, Comunicazione e Consenso in Ortodonzia che sfociano in una originale proposta di moduli di consenso informato individualizzato che permetterà, al clinico che lo desideri, di personalizzare la modulistica sulle reali problematiche e necessità del paziente confezionandolo su misura per lui e costruendo un iter condiviso e sufficientemente informato, alla luce delle più recenti considerazioni giurisprudenziali sul merito. Un ringraziamento innanzi a tutti al Prof. Claudio Buccelli di cui mi onoro di essere "allievo" nonché convinto estimatore del suo "pregevole buon senso"; con lui insieme all'amico Pietro di Michele abbiamo condiviso e rinnovato, sin dal suo nascere, la fantastica esperienza Modenese del Congresso Biennale "Ortodonzia, Legge e Medicina Legale". Questo appuntamento, grazie anche alla operosa partecipazione della AUSL Modena è diventato nell'ultimo decennio un insostituibile confronto sinergico tra tutte le Discipline Professionali coinvolte, incrementando costantemente sia partecipazioni che consensi "qualificati". Profonda riconoscenza a tutti gli Autori che puntuali hanno profuso energie e dedizione nel perfezionare ciascun capitolo rendendoli facilmente fruibili per tutti i lettori ed all'insostituibile Past President SIDO, Carmela Savastano, i cui consigli si sono rivelati preziosi sia nella stesura che nell'impostazione dell'intera opera, nonché sincera gratitudine al Prof. Raoul D'Alessio per il suo particolare contributo scientifico. Un grazie di cuore a Michele Colamaio, nostro Art Director Grafico che ha seguito quest'opera con perizia e competenza trovando sempre una soluzione alle nostre innumerevoli richieste. Un sincero elogio al nostro "ANONIMO SPONSOR ETICO" che ha sostenuto integralmente i costi editoriali nell'intento di diffondere a tutti i Soci SIOF-SIDO i preziosi contenuti di quest'opera. All'Editore Alfredo Martina il merito di aver creduto e apprezzato fin dal nascere i contenuti di questa opera permettendoci di realizzarla con costi contenuti senza penalizzarne la qualità editoriale. Sincera e profonda stima infine a Damaso Caprioglio, Professore Emerito di Etica, che mi ha sempre accompagnato con paterno affetto nella mia crescita professionale e umana; egli ha caratterizzato ogni capitolo del testo con una saggia riflessione latina su cui meditare insieme al lettore, dalla cui critica e confronto nasce il nostro divenire.

Alberto Laino
Presidente SIOF 2003-2005
Presidente SIDO 2006-2007

 

Indice

 

ETICA, DEONTOLOGIA E PROFESSIONE IN ODONTOIATRIA
C. Buccelli, M. Niola, A. Laino, P. Di Lorenzo

INFORMAZIONE, COMUNICAZIONE E CONSENSO IN ORTODONZIA:
RIFLESSIONI CLINICHE E MEDICO-LEGALI
F. A. Miotti, D. Betti, G. Ceretti

DICHIARAZIONI DI AVVENUTA INFORMAZIONE E CONSENSO
(da consultare in supporto cd-rom)
F. Pittoritto, P. Picchioni, A. Laino

EPIDEMIOLOGIA E CONTENUTI DEL CONTENZIOSO
C. Buccelli, A. Laino, M. Paternoster, P. Di Lorenzo

LA RESPONSABILITÀ PROFESSIONALE CIVILE IN ODONTOIATRIA
P. Arbarello, P. Frati, P. di Michele

LA RESPONSABILITÀ PROFESSIONALE PENALE IN ODONTOIATRIA
F. Introna, V. Santoro, L. Fiandaca, A. De Donno, C. Fiandaca

L'ESERCIZIO DELL'ORTODONZIA E LA "DILIGENZA QUALIFICATA"
V. Santoro, F. Introna, A. Dell'Erba

L'ORTODONZIA È FUNZIONE O ESTETICA?
IMPLICAZIONI MEDICO LEGALI

A. Laino, R. Deli, C. Savastano, R. D'Alessio, C. Buccelli

REGIME DI AUTORIZZAZIONE E DI ACCREDITAMENTO DELLO STUDIO
V. Santoro, R. Roca, A. Dell'Erba, F. Introna

IL RAPPORTO PROFESSIONALE IN "CONSULENZA ORTODONTICA"
R. Longhin, P. Picchioni, C.Fossati, R. D'Alessio

GESTIONE E RISERVATEZZA DEI DATI PERSONALI DEL PAZIENTE NELLO STUDIO PROFESSIONALE ORTODONTICO
E. Spinas, P. Ricci, E. Nuzzolese

LA GESTIONE DELLA DOCUMENTAZIONE CLINICA
A. De Palma, P. di Michele, P. Venneri, R. Scavone, G. Fiorentino

LA GESTIONE DEL DISPOSITIVO ORTODONTICO INDIVIDUALE E STANDARD:
CONSIGLI PER GLI ACQUISTI

A. Laino, N. Cannovo, L. A. Lunghi, A. Lucchese, P. Di Lorenzo, C. Buccelli

IL RISCHIO BIOLOGICO: STERILIZZAZIONE E RINTRACCIABILITÀ DEL PROCESSO IN ORTODONZIA
I. Torre, P. di Michele, L. Laino

DISINFEZIONE E STERILIZZAZIONE IN ODONTOIATRIA E ORTODONZIA E PREVENZIONE DEL RISCHIO INFETTIVO IN CONSULENZA
P. di Michele, F. Moretti, M. Chiampman,G. Laino

LA COPERTURA ASSICURATIVA IN ORTODONZIA
P. Picchioni, P. di Michele, P. Di Lorenzo, R. Longhin

IL REGIME FISCALE E LE SUE NUOVE REGOLE
M. Tonini, P. di Michele, A. Laino, R. D'Alessio

LA MEDIAZIONE, LA CONCILIAZIONE E LA GESTIONE DEL CONTENZIOSO IN ODONTOIATRIA
A. Dell'Erba, A. Bonsignore, S. Sblano, P. Frati

ODONTOIATRIA DIFENSIVA
C. Buccelli, V. Graziano, P. Di Lorenzo