Logo Centro Corsi Martina
Home page

ECM

 

 

 

GU n. 63 del 10/03/2020
lo sconto online è del 5%

EDIZIONI MARTINA S.R.L.
40126 Bologna - Via delle Belle Arti 17/E - Tel. 051.6241343 - WhatsApp 3388677050 - info@edizionimartina.com


Il carrello è vuoto
Autore Titolo Indice

CENTRO CORSI E.C.M. EDIZIONI MARTINA

     

 

Sei il visitatore numero

 





 

Il Nd:YAG e la Terapia Laser ad alta energia

CASTELLACCI E. - CIUTI F. - DI DOMENICA F. - CONFORTI M.

Pag. 224 - 150 illustrazioni a colori

ISBN 978-88-7572-001-0

ESAURITO

PRESENTAZIONE
PREFAZIONE
INDICE

 


PRESENTAZIONE  


Il pregevole lavoro di ricerca, condotto da Algeri, Castellacci, Ciuti, Di Domenica, Conforti, stimati colleghi ricercatori ed esperti del settore, rappresenta un importante documento su una delle metodiche di terapia fisica-biologica oggi più in uso in Italia.

Per la qualità e il livello dell'analisi condotta sui principi, le modalità d'uso, le indicazione ed i risultati, merita sicuramente la massima attenzione e rappresenta sicuramente la massima attenzione e rappresenta un contributo di alto valore aggiunto.

Prof. Giuliano Cerulli

 

 


PREFAZIONE  


Questo libro vuole proporre una nuova metodologia di utilizzo del laser ad alta energia come una delle terapie fisiche nell'ambito delle patologie traumatologiche o da sovraccarico o in malattie dermatologiche. In questo libro, contrariamente alle poche pubblicazioni disponibili, non si parla di laser terapia in generale, come se fosse un semplice atlante, ma di laser terapia ad alta energia con il laser che emette sulla riga lambda= 1060 nm in modalità continua e defocalizzata. Attualmente l'unica sorgente attiva disponibile è il cristallo di Nd:YAG che può essere pompato otticamente con particolari lampade al kripton o con sorgenti laser a semiconduttore accordate sulla lambda = 808 nm. Poiché, a nostro giudizio, esiste un'inaccettabile confusione riguardo la laser terapia in generale, vogliamo richiamare l'attenzione del lettore ricordando che il mercato offre laser a Nd:YAG costruttivamente e con applicazioni diverse. Il laser a Nd:YAG Q-switch è impiegato in oculistica, mentre il laser a Nd:YAG pulsato è, con alterne fortune, utilizzato contemporaneamente per la depilazione, per la laser-lipolisi, per la terapia antalgica di tipo sintomatico e dove è stato scientificamente più testato in odontoiatria soprattutto per la vetrificazione della dentina.

Ciò è un esempio di come l'uso improprio del termine LASER a Nd:YAG rappresenti una circostanza di confusione per l'utilizzatore. Sarebbe auspicabile introdurre un criterio comune che stabilisca la regola di definire un dispositivo medico con sorgente laser indicando solo la lunghezza d'onda di emissione e la modalità nel tempo: continua se il singolo impulso dura più di 0,1 secondi (100000 microsecondi) e il tempo di pausa non supera il secondo, pulsata se il singolo impulso dura alcune centinaia di microsecondi (tipico 150-200 microsecondi) con frequenze di ripetizione fino a 50 Hertz, super pulsata quando la durata del singolo impulso è dell'ordine dei nano secondi con frequenze di emissione fino a 20000 Hertz. Il vantaggio di questa regola è di dare informazioni corrette per prevedere i possibili effetti interattivi con un tessuto biologico, ma soprattutto di svincolarsi dal tenere in considerazione la sorgente laser utilizzata. Non ha nessun significato dire laser a He-Ne, quando a oggi è progressivamente sostituito da sorgenti a semiconduttore molto più economiche, affidabili e di ridotte dimensioni e peso. Ancora più anacronistico individuare le storiche sorgenti laser a lambda = 908 nm superpulsate (il tempo di emissione tipico è di 200 nanosecondi) con il termine I.R. (Infrared Radiation). Il laser a CO2 è un laser a infrarosso, cosi come quello a Nd:YAG

Le terapie fisiche fondano il loro principio attivo nel trasferimento di energia al tessuto biologico.

Questo vale anche per il laser in oggetto, in particolare abbiamo aggiunto l'aggettivo "alta" per caratterizzare meglio il tipo di trasferimento energetico. La lunga esperienza professionale nel campo della riabilitazione ortopedica ci ha permesso di utilizzare terapie, protocolli diversi, di confrontare la loro efficacia sempre in un contesto di diagnosi certa e di indicazioni per l'uso corrette. In questo contesto, fin dall'inizio ci siamo resi conto della validità dell'uso del laser a Nd:YAG continuo nel campo delle tendinopatie, delle lesioni muscolo tendineo legamentose, della terapia del dolore di origine muscolo-tendinea e osteo-articolare. Dopo l'entusiasmo iniziale è iniziato il lavoro di ottimizzazione, di selezione delle patologie da trattare, di raccolta dei dati e di pubblicazione dei lavori scientifici fatti. Di seguito è venuta la fondazione della I.A.L.T., International Association Laser Therapy, e con essa la volontà di divulgare i risultati raggiunti; le parole chiave sono state: diagnosi, indicazioni, controllo del trasferimento energetico e ultima ripetibilità. Questo libro rappresenta l'ultimo anello del nostro lavoro. É diviso in quattro parti, ciascuna con obbiettivi precisi:

PARTE I:

spiegare il funzionamento del laser come strumento terapeutico

PARTE II:

presentare le indicazioni cliniche e i relativi protocolli terapeutici

PARTE III:

presentare l'uso del laser in un contesto particolare quale quello agonistico di singole e diffuse discipline sportive

APPENDICE:

approfondire alcuni argomenti legati alla interazione radiazione laser-tessuti e fornire, a corredo, un riassunto delle norme e direttive CE applicate ai laser quando sono dispositivi medici.

L’ultimo commento va al criterio di lettura di presentazione dei protocolli. La nostra preoccupazione è stata quella della chiarezza e della semplicità per far sì che risultassero completi, di facile consultazione fino ad essere un manuale. La premessa perché questo libro diventi uno strumento di consultazione, come è nelle nostre intenzioni, è che la sorgente laser utilizzata abbia le seguenti caratteristiche:

1. lambda = 1060 nm

2. modalità di emissione CONTINUA

3. CORRISPONDENZA tra il valore della potenza letto sul display e quello misurato sulla pelle del paziente

Il punto 3 è di importanza cruciale perché alla base del controllo del trasferimento energetico al paziente. Purtroppo dobbiamo denunciare una insufficiente sensibilità da parte degli operatori sanitari e degli stessi costruttori nel verificare che quanto deducibile dalla lettura diretta dei dati sull'apparecchio (potenza, energia, tempo) sia effettivamente trasferito al paziente. La mancanza del rispetto di questa condizione porta alla indeterminatezza della qualità delle terapie e alla aleatorietà dei risultati raggiungibili. Sicuramente questo libro è un punto di partenza che ha la speranza di coinvolgere i lettori e gli operatori sanitari per dare sempre maggiore dignità alla laser terapia ad alta energia con il Nd:YAG continuo o, meglio, con sorgente laser a lambda = 1060 nm continua.

Gli Autori

 

 



INDICE  

 

PARTE I

Generalità. interazioni con i tessuti biologici,tecniche d'uso

(Algeri G. - Conforti M. - Di Domenica F)

Laser ad alta energia a Nd:YAG

Laser ad anidride carbonica

Laser al Kripton

Laser ai vapori metallici

Laser ai coloranti

Laser a Elio Neon e laser a semi conduttori ad alta potenza

Effetti Fotochimica

Chirurgia a contatto

Il Laser: proprietà fisiche

Caratteristiche della radiazione

Classificazioni

Il Laser a Nd:YAG : caratteristiche costruttive

Interazioni Laser Nd:YAG – tessuti

Controindicazioni specifiche all'uso della sorgente a Nd:YAG

Trasferimento dell'energia da una sorgente laser con lamba a scattering prevalente ad un tessuto biologico

La legge di Lambert-Beer

Indicazioni e controindicazioni

Regole comportamentali e cenni di protezionistica

Rischio ustioni

Criteri di classificazioni dei laser in funzione della pericolosità

Il criterio della soglia termica T.S.T. (tempo di soglia termica)

La Laser Terapia: preparativi e impostazioni

La Laser Terapia: preparazione del campo di lavoro

La Laser Terapia: compensazione della pigmentazione cutanea

La Laser Terapia: profondità d'azione

La Laser Terapia con la sorgente a Nd:YAG - considerazioni generali

 

PARTE II

Protocolli Terapeutici

(Castellacci E. - Ciuti F - Conforti M. - Di Domenica F - Miglio D.)

Introduzione

Tendinopatie

Lesioni Muscolari

Lesioni legamentose

Spalla dolorosa

Distorsioni dei Ginocchio

Distorsione Tibio-Tarsica

Pubalgia come sindrome degli adduttori

Epicondilite

Epitrocleite

Borsiti

Sindrome dei Tibiale anteriore

Sindrome dei Tunnel carpale

Sindrome dei Tunnel Tarsale (Mediale)

Cervicalgie

Cervico Branchialgie

Dorsalgia-Dorso Artrosi

Lombalgia-Lombosciatalgia-Sciatica

Artrosi della mano

Gonartrosi

Lesioni cutanee

Termoterapia antalgica con il Nd:YAG

(Miglio D.)

 


PARTE III

Nd:YAG e Sport

 

IL CALCIO

L’utilizzo della Laser Terapia di potenza nel calcio

(Castellacci E. - Conforti M. - Ciuti F)

Il morbo di Osgood-Schiatter

(Castellacci E. - Ciuti F)

L’impiego dei laser ad alta energia Nd:YAG e dei laser FCZ nel trattamento della pubalgia

(Miglio D.)

 

IL CICLISMO

(Castellacci E. - Cíuti F - Conforti M.)

Le Tendinopatie

La Tendinite Achillea

La Tendinite Rotulea e della zampa d'oca

La sindrome della Bandeletta Ileo-Tibiale

La Lombalgia

La Cervicalgia

IL RUGBY

(Di Domenica F - Mele G. - Gafiettí R. - Caserta A. - Cappadonia C.)

Protocolli Terapeutici

Tendíníte dell'Achilleo e tendinopatie inserzionali

Borsiti

Distrazioni muscolari

Dito a scatto

Fascite plantare, metatarsalgia

Gonalgia

Postumi di frattura

Sindrome da conflitto Subacromiale

Sindrome da lperpressione rotulea, Condropatia rotulea


IL BASKET

(Magni L.)

Utilità della Laser Terapia nel trattamento dei traumi dei Basket

Cenni di storia dei Basket

Cenni di regolamento dei basket attuale

Cenni di Auxologia

Cenni di Alimentazione

Caratteristiche generali della pallacanestro

Cenni di Metodologia dell'alienamento

Epidemiologia della traumatologia dei giocatore dei Basket

Effetti Biologici dei Laser sui tessuti viventi

Protocolli di trattamento di patologie frequenti nel basket

 

IL PATTINAGGIO

(Melegati G. - Tomese D.)

Pattinaggio di figura, Pattinaggio artistico e Danza sul ghiaccio

Introduzione

Infortuni più frequenti ed elementi di riabilitazione

Piede e Caviglia

Ginocchio

Anca e Coscia

Colonna Vertebrale

 

LA DANZA

(Conforti M.)

Patologie dei Piede nella Danza

Sublussazione piantare dei Cuboide

Fratture dei sesamoide mediale

Talalgia Plantare

Tenosinovite stenosante dei flessore lungo dell'alluce

Tendinite dei peroneo breve

Trattamento medico/fisioterapico

 

 

APPENDICE

(Algerí G.)

Interazione Radiazione Laser-Tessuti Biologici

Guida per l'utilizzo dei laser a Nd:YAG come apparecchio elettromedicale

Guida per le applicazioni cliniche - misure di sicurezza

Introduzione

Connettore di blocco a distanza

Comando a chiave

Arresto dei fascio o attenuatore

Segnali di avvertimento

Tragitto dei fasci

Riflessioni speculari

Protezione degli occhi

Vestiti di protezione

Formazione

Sorveglianza medica

Rischi derivanti dai funzionamento dei laser

Analisi dei rischi e mezzi di controllo

Elementi di protezione
Occhiali

BIBLIOGRAFIA