Logo Centro Corsi Martina
Home page

ECM

 

 

 

GU n. 63 del 10/03/2020
lo sconto online è del 5%

EDIZIONI MARTINA S.R.L.
40126 Bologna - Via delle Belle Arti 17/E - Tel. 051.6241343 - WhatsApp 3388677050 - info@edizionimartina.com


Il carrello è vuoto
Autore Titolo Indice

CENTRO CORSI E.C.M. EDIZIONI MARTINA

     

 

Sei il visitatore numero

 





 

Chirurgia ossea ricostruttiva e rigenerativa

BUCCI SABATTINI V.

Pag. 156 - 331 illustrazioni a colori

ESAURITO

PREFAZIONE
PRESENTAZIONE
AUTORI
INDICE

 


PREFAZIONE  


L'obiettivo che mi sono posto accingendomi a quest'opera e che spero di aver raggiunto al termine del lavoro, è quello di fornire al clinico odontoiatra, al dentista che tutti i giorni deve risolvere i problemi dei pazienti con modestia ed efficacia, uno strumento chiaro ed esauriente di conoscenza sui tanti e diversi materiali che sono oggi a disposizione per una branca di così frequente opportunità e necessità applicativa quale la chirurgia orale nelle sue possibilità ricostruttive preprotesiche, rigenerative parodontali e rigenerative ossee a scopo implantare.

Attraverso una serie di casi clinici, con follow-up significativo, è stata mia intenzione illustrare le tecniche d'uso degli stessi, sia in casi di grande impegno, sia in casi di minor entità come quotidianamente possono presentarsi nella pratica di studio.

Non è stata mia intenzione comporre un testo superspecialistico.

Ho voluto portare elementi di chiarezza e di documentazione scientifica insieme a più di quindici anni di studi e di esperienza clinica nel campo.

Sono un dentista e ho voluto rivolgermi ai dentisti (non solo agli specialisti in parodontologia, chirurgia orale etc.) per offrire uno strumento che permetta di scegliere con cognizione di causa i materiali ed i metodi più idonei al conseguimento del successo terapeutico.

Vorrei che questo libro fosse uno strumento di lavoro che aiuti, dando tranquillità all'operatore, a raggiungere un miglior risultato per il paziente.

Molte volte, nei molti anni durante i quali mi sono dedicato a questi argomenti, ho pensato di accingermi, a quest'opera.

Solo ora, però, avendo avuto l'opportunità di poter indagare a fondo (attraverso l'istologia e la chimico-fisica dei materiali), ho valutato fosse arrivato il momento giusto. Per l'amicizia, lo stimolo e l'aiuto datomi in questa ricerca voglio qui, in particolare, ringraziare il dr. Carlo Mangano, il prof. Ravaglioli dell'IRTEC-CNR di Faenza, il prof. A. Piattelli dell'Università di Chieti ed infine il prof. G. Salvorelli dell'Università di Ferrara.

Sarò veramente soddisfatto se i miei colleghi, i dentisti, trarranno utilità da queste pagine che voglio dedicare ai miei grandi maestri.

A loro sono grato per avermi instillato l'amore per la professione, per lo studio e la ricerca. Dedico questo mio lavoro al dott. Giuseppe Bucci Sabattini, mio padre, che, oltre al resto, fu ottimo medico ed odontoiatra, al prof. Ludovico Geymonat, di cui ho avuto l'onore ed il piacere di essere amico, oltre che dentista, il quale, ancora in tarda età, sapeva essere stimolo di entusiasmi e di studi.

Al dr. Carlo De Chiesa, che mi ha confermato, in una lunga frequentazione, ciò che avevo appreso da mio padre: che con semplicità e modestia è possibile e doveroso dare il massimo, in relazione alle possibilità del nostro periodo, a chi a noi si rivolge per la risoluzione dei suoi problemi di salute. E come ciò passi anche, e prima di tutto, attraverso un buon rapporto umano.

In ultimo, al dr. Giancarlo Pescarmona. Motivi anagrafici e di carattere mi consentono di sentirlo più vicino e amico.

A lui, cui troppo devo per poter in questa breve nota esprimere, devo anche la soddisfazione che ebbi quando nel 1991 mi incitò a presentare alcuni dei casi che anche in questo testo sono stati ripresi (ovviamente con un follow-up più significativo) al congresso nazionale degli Amici di Brugg, associazione nella quale ho vissuto i primi anni della professione e della quale sono e mi sentirò sempre parte.

Nella filosofia della professione a tutto campo, sia pure con interessi preminenti, filosofia che nel mondo degli Amici di Brugg ho appreso, ho poi contribuito alla nascita dell'AIOG (Associazione Italiana di Odontoiatria Generale), associazione che vuole portare aggiornamento valido scientificamente e praticamente utile al dentista generale, ciò nell'intento di sempre migliori prestazioni per i nostri pazienti.

Con la stessa idea ho concepito e realizzato quest'opera alla quale hanno contribuito numerosi colleghi che voglio ora ringraziare.

Così come la mia gratitudine è per l'editore, dr. A. Martina, che ha creduto nel progetto e lo ha sorretto realizzandolo con la cura e l'eleganza che sono distintivi delle sue edizioni.

Un ultimo sentito ringraziamento al sig. Domenico (Mimmo) Grasso che ha lavorato con me e mi ha guidato con la sua perizia nella composizione, impaginazione, e in tutto ciò che ha trasformato in un bel libro un disordinato manoscritto.

Infine, un sentitissimo ed affettuoso grazie a tutti i colleghi che vorranno gratificarmi leggendo queste pagine.

Vincenzo Bucci Sabattini

 

 


PRESENTAZIONE  


Quando Vincenzo mi ha telefonato per chiedermi di fare la presentazione al suo libro confesso che qualche extrasistole è partita ben conoscendo il mattatore e mi sono chiesto quale pensata questa volta aveva partorito.

Non c'è tempo per pensare, dico un "sì" timido dopo che mi ha letto l'indice dei capitoli trattati e mi promette la bozza pronta per la stampa a 48 ore - sulla mia scrivania-.

Ed eccomi a leggere, valutare, capire il filone logico di questo testo: impresa non facile essendo i 10 capitoli frutto dell'esperienza, delle paure e dell'impostazione professionale quotidiana dell'autore.

Argomenti di grande attualità e con prospettive future estremamente interessanti sono i biomateriali in chirurgia ossea: tutti sappiamo quanto siano fondate le perplessità nell'uso di derivati umani o animali.

Il lettore trova definizioni e chiarimenti su molte cose che crede di sapere, ma spesso le idee tanto chiare non le ha.

Il capitolo sedazione è in linea con le richieste dei nostri pazienti. Personalmente, però, non farei mai la narcosi in Studio per tutta una serie di impossibilità gestionali di contorno nel caso di impreviste complicazioni.

Una bella e chiara descrizione dell'anatomia dei seni mascellari è fondamentale anche perché come odontoiatri andiamo qui in sedi non proprio di nostra competenza, questa è una premessa necessaria per le tecniche implantari che li coinvolgono.

Le emergenze sono per tutti un problema che si risolve brillantemente se non si verificano. Diversamente a situazioni critiche è ben difficile far fronte con la nostra pratica; penso sempre al proposito a come sarebbe un trattamento canalare fatto da un anestesista-rianimatore.

Di sicura utilità la trattazione dei farmaci di pertinenza odontostomatologica, e per finire quando si mette a fuoco la responsabilità medico-legale ci si iscrive ad un corso di giardinaggio per vivere in pace e all'aria aperta.

Bene Vincenzo, hai fatto un grosso lavoro utile ai principianti come agli esperti, hai riordinato in un solo volume tante cose utili a chi vuole cominciare ad andare un po' più lontano.

Gli anni passano anche per te e da convinto accentratore qui hai scelto di farti aiutare nei capitoli più specifici da validi e competenti collaboratori.

Solo chi non ha mai scritto un testo ignora la fatica nel portare a termine una prima sognante Idea che poi ti perseguita fino al momento della stampa con mille problemi ai quali non avevi proprio pensato.

Con affetto.

Dott. Giancarlo Pescarmona

 

 


AUTORI  


CAPITOLO 1

Vincenzo Bucci Sabattini
Medico Chirurgo Odontoiatra - Libero professionista Magenta

 

CAPITOLO 2

G. Stella, F. Marino
Unità Operativa di Anestesia-Rianimazione e Antalgoterapia. Presidio ospedaliero di Magenta. - A.O. "Ospedale civile di Legnano" - Primario Dr. G.Stella

S. Avignone, A. Boccardi, G. Bonenti, G. Gandini
Università del Piemonte Orientale - "A. Avocadro" Novara - Facoltà di Medicina e Chirurgia - Cattedra di Radiodiagnostica - Direttore: Prof. G. Gandini

 

CAPITOLO 3

B. Bucci Sabattini*, F. Marino**, G. Pelosi*
**Unità Operativa di Anestesia - Rianimazione e Antalgoterapia. - Presidio ospedaliero di Magenta - A.O. "Ospedale civile di Legnano" - Primario Dr. G. Stella

*Università del Piemonte Orientale - "A. Avogadro". Facoltà di Medicina e Chirurgia. - Cattedra di Anestesia - Rianimazione e Antalgoterapia. - Direttore: Prof. G. Pelosi

 

CAPITOLO 4

V. Bucci Sabattini
Medico chirurgo Odontoiatra - Libero professionista Magenta

 

CAPITOLO 5

V. Bucci Sabattini
Medico chirurgo odontoiatra - Libero professionista Magenta

F. Bucci Sabattini
Università degli Studi di Pavia - Facoltà di Medicina e Chirurgia

 

CAPITOLO 6

V. Bucci Sabattini
Medico chirurgo odontoiatra - Libero professionista Magenta

F. Bucci Sabattini
Università degli Studi Pavia - Facoltà di Medicina e Chirurgia

D. Anzanel, A.M. Gulinati, M.G. Marchetti. G. Salvatorelli
Università degli Studi di Ferrara - Facoltà di Medicina e Chirurgia - Cattedra di Citologia e Istologia - Direttore Prof. G. Salvatorelli

 

CAPITOLO 7

F. Marino
Unità operativa Anestesia-Rianimazione e Antalgoterapia. - Presidio ospedaliero di Magenta - A.O. Ospedale civile di Legnano - Primario dr. G. Stella

B. Bucci Sabattini, G. Pelosi
Università del Piemonte Orientale - "A. Avogadro" Facoltà di Medicina e Chirurgia - Cattedra di Anestesia - Rianimazione e Antalgoterapia. - Direttore Prof. G. Pelosi

 

CAPITOLO 8

R. Fanfani
Medico Chirurgo. Spec. in Odontoiatria - Libero professionista Legnano

F. Bucci Sabattini
Università degli Studi di Pavia - Facoltà di Medicina e Chirurgia

 

CAPITOLO 9

F. Marino
Unità operativa di Anestesia-Rianimazione e Antalgoterapia. - Presidio ospedaliero di Magenta - A.O. Ospedale civile di Legnano - Primario dr. G. Stella

B. Bucci Sabattini, G. Pelosi
Università del Piemonte Orientale - "A. Avogadro". Facoltà di Medicina e Chirurgia - Cattedra di Anestesia - Rianimazione e Antalgoterapia. - Direttore Prof. G. Pelosi

 

CAPITOLO 10

F. Montagna
Medico chirurgo. Spec. in Odontoiatria - Diploma universitario di Ortodonzia - (D.U.O di Nantes).Professore a contratto c/o Clinica Odontoiatrica Università di Padova - Libero professionista Sommacampagna (VR)

 

 



INDICE  

 

1. – “I BIOMATERIALI IN CHIRURGIA OSSEA ORALE”

1.1 Definizione di impianto e di innesto

1.2 Classificazione dei biomateriali

1.2.1 Autoinnesti

1.2.2 Alloinnesti o allotrapianti

1.2.3 Matrice dello smalto

1.2.4 Etero o xenoimpianti

1.2.5 Impianti di materiali allo plastici

1.2.6 Caratteristiche chimico-fisiche

1.2.7 Metodi di preparazione

1.2.8 Modificazione del rapporto CA/P

1.2.9 FIN-Granule

1.2.10 HA-FIN idrossiapatite a porosità controllata

1.2.11 I Biovetri

1.2.12 Corallo biologico

1.3 Impianti di acido polilattico e poliglicolico in odontoiatria

 

2. - "INDAGINI PRELIMINARI"

2.1 Esami di laboratorio

2.2 Diagnostica strumentale

2.2.1 Considerazioni anatomo-clinico-radiologiche

2.2.2 La radiologia tradizionale

Ortopantomografia
Radiografia indorale
Teleradiografia del cranio

2.2.3 La digitalizzazione dell'immagine: tomografia assiale computerizzata

 

3. - "SEDAZIONE ED ANESTESIA GENERALE IN CHIRURGIA AMBULATORIALE ODONTOIATRICA"

3.1 Definizione

3.2 Valutazione preanestesiologica

3.2.1 Anamnesi

3.2.2 Consenso informato

3.2.3 Esame obiettivo

3.2.4 Esami ematochimici e strumentali

3.2.5 Cartella anestesiologica

3.2.6 Premedicazione

3.3 Monitoraggio intra e postoperatorio

3.4 Sedazione

3.4.1 Sedazione inalatoria

3.4.2 Sedazione endovenosa

3.4.3 latrosedazione

3.4.4 Tecniche non convenzionali

3.4.5 Sedazione orale

3.4.6 Sedazione rettale

3.4.7 Sedazione intramuscolare

3.5 Anestesia generale

3.6 Criteri di dimissibilità

 

4. – “CHIRURGIA RICOSTRUTTIVA E RIGENERATIVA: MATERIALI E METODI”

4.1 Ricostruzione del processo alveolare in preprotesica

4.2 Riempimento di cavità cistiche: gli osteoriproduttori in granuli

4.3 I biomateriali nella rigenerazione guidata tissutale

4.4 Rigenerazione ossea guidata (GBR) e tecniche implantari

 

5. - "I SENI PARANASALI"

5.1 Il seno mascellare

5.1.1 Anatomia

5.1.2 Mucosa del seno mascellare

5.1.3 Sviluppo embrionale dei seni paranasali

5.1.4 Modificazioni del seno mascellare dipendenti dall'età

5.1.5 Le funzioni

5.1.6 Patologie: Lesioni traumatiche

Sinusiti
Neoplasie

6. - "LA CHIRURGIA DEL SENO MASCELLARE"

6.1 Rialzo del pavimento del seno mascellare ad uso implantare

6.1.1 Cenni storici

6.2 Nuova tecnica a minima invasività per il grande rialzo del pavimento del seno mascellare a scopo implantare

6.2.1 Tecnica chirurgica e materiali necessari

6.2.2 Esami preliminari

6.2.3 Controllo statistico, tac e istologico

6.3 Caratteristiche di idoneità degli impianti per le zone di grande rigenerazione ossea

 

7. – “GESTIONE DELLE PRINCIPALI EMERGENZE MEDICHE NELLA PRATICA ODONTOIATRICA”

7.1 Basic life support (BLS)

7.1.1 Le sequenze del BLS

7.2 Advanced cardiac life support (ACLS)

7.3 Emergenze cardio-circolatorie

7.3.1 Perdita di coscienza

7.3.2 Angina pectoris

7.3.3 Infarto miocardico acuto

7.3.4 Arresto cardiocircolatorio (ACC)

7.3.5 Crisi ipertensiva

7.3.6 Ipotensione

7.3.7 Shock

7.3.8 Aritmie

7.3.9 Paziente portatore di pace-maker

7.4 Emergenze respiratorie

7.4.1 Aspirazione di corpo estraneo

7.4.2 Attacco asmatico

7.4.3 Edema polmonare acuto cardiogeno

7.4.4 Pneumotorace iperteso

7.5 Emergenze neurologiche

7.5.1 Ictus

7.5.2 Crisi epilettica

7.6 Emergenze metaboliche

7.6.1 Coma diabetico (iperglicemico)

7.6.2 Crisi ipoglicemica

7.7 Tossicità sistemica degli anestetici locali

7.7.1 Sovradosaggio

7.7.2 Allergie

7.7.3 Sovradosaggio di adrenalina

7.8 Appendice

7.8.1 Farmaci

7.8.2 Terapia infusiva

7.8.3 Rianimazione cardiopolmonare

7.8.4 Monitoraggio

 

8. - “L’ANTIBIOTICO TERAPIA IN ODONTOSTOMATOLOGIA E CHIRURGIA SPECIALE STOMATOLOGICA”

8.1 Cenni storici

8.2 Introduzione

8.3 L'antibiotico in odontostomatologica

8.3.1 Finalità di somministrazione dell'antibiotico

8.3.2 La profilassi dell'endocardite infettiva

8.4 Vie di somministrazione dei farmaci

8.5 Eliminazione del farmaco

8.6 Antibioticoterapia delle malattie parodontali

8.6.1 Classificazione delle malattie parodontali, microrganismi associati e chemioterapici nel trattamento delle parodontiti

 

9. - "IL CONTROLLO DEL DOLORE POSTOPERATORIO"

9.1 Neuroanatomia dei denti e delle gengive

9.2 Fisiopatologia del dolore chirurgico

9.3 Misura del dolore o algometria

9.3.1 Metodi soggettivi

9.3.2 Metodi oggettivi

9.4 Perché trattare il dolore postoperatorio?

9.4.1 Apparato respiratorio

9.4.2 Apparato cardiovascolare

9.4.3 Apparato gastroenterico ed urinario

9.4.4 Metabolismo - apparato neuroendocrino

9.4.5 Psiche

9.5 Fattori determinanti nel dolore postoperatorio

9.6 Analgesia postoperatoria

9.6.1 Farmacologia generale

9.6.2 Farmacologia speciale

9.7 Guida per il paziente alla terapia del dolore dopo chirurgia speciale stomatologica

9.7.1 Obiettivi della terapia

9.7.2 Metodiche anti-dolorifiche disponibili

9.7.3 Cosa fare per controllare il dolore

9.7.4 Medicine contro il dolore

9.7.5 Metodi non farmacologici

 

10. – “LA RESPONSABILITA' PROFESSIONALE CONNESSA CON L'USO DI BIOMATERIALI IN CHIRURGIA ODONTOSTOMATOLOGICA”

10.1 Profili di responsabilità nell'uso dei biomateriali

10.2 Responsabilità per pericolo all'incolumità della salute pubblica

10.2.1 I dispositivi medici

10.2.2 Somministrazione di medicinali imperfetti

10.2.3 Produzione, importazione e commercializzazione di specialità medicinali e presidi medico chirurgici non registrati

10.3 Responsabilità per danno alla persona

10.3.1 Il consenso alle cure

10.3.2 Il piano di terapia

10.3.3 La chirurgia orale

10.3.4 La parodontologia

10.3.5 L'implantologia

10.3.6 L'accertamento nei casi di responsabilità professionale per danno alla persona

10.3.7 L’attuale orientamento giurisprudenziale in tema di responsabilità professionale del sanitario

10.4 Aspetti di responsabilità professionale

10.4.1 La cartella clinica

10.4.2 Il rapporto di lavoro con altri professionisti

10.4.3 L'utilizzazione di farmaci in modo difforme alle indicazioni d'uso

10.4.4 Sperimentazione

10.5 Conclusioni

10.6 Casistica