Logo Centro Corsi Martina
Home page

ECM

EDIZIONI MARTINA S.R.L.
40126 Bologna - Via delle Belle Arti 17/E - Tel. 051.6241343 - Fax 051.545.514 - info@edizionimartina.com


Il carrello Ŕ vuoto
Autore Titolo Indice

 

Sei il visitatore numero

 




Introduzione
Indice
 

BOCCA E ALTA CERVICALE - Relazione sul profilo e sul piano frontale

GUAGLIO G.

Pag. 175 - 356 illustrazioni a colori

ISBN 978-88-905144-8-7

Prezzo di copertina 155,00 €

Se acquista online, sconto internet -15%


131,75 €

Quantità


Introduzione

Ad oltre dieci anni di distanza dall’uscita del mio primo libro “Ortodonzia dinamica e ripristino delle funzioni” ho deciso di scrivere un compendio aggiornato di quel testo, che riassuma ma anche faciliti la comprensione e l’uso dei concetti lì esposti, dando così seguito alla richiesta di molti colleghi.

La collaborazione tra alcuni dentisti ed i chiropratici del centro S. Rocco di Como, dal 1984 al 1998, ha portato quei dentisti ad occuparsi non più solo della bocca e quei chiropratici ad occuparsi anche della bocca. Negli anni ne sono seguiti studi, comunicazioni, corsi, alcuni validi, altri discutibili. Io qui cercherò di esporre con la massima semplicità e chiarezza possibile la mia esperienza di 25 anni in questo settore, ancora non del tutto definito, di relazione tra soma e bocca.

Secondo me, per parlare di relazione tra bocca (occlusione, ATM, deglutizione etc.) e postura occorre prima fare un passaggio obbligato attraverso lo snodo dell’alta cervicale (articolazione atlanto-occipitale e prime tre vertebre cervicali). Infatti con l’esperienza degli anni ho osservato come, tutto ciò che parte dalla bocca arrivi alla cervicale e tutto ciò che parte dal soma, arrivi alla bocca tramite la cervicale.
L’alta cervicale è dunque un passaggio obbligato!

Sento quasi come un dovere morale mostrare ai colleghi come si debba introdurre nella valutazione della bocca anche la valutazione della cervicale alta, che della bocca è il controllo posteriore (come vedremo più avanti). Questo non perché noi dentisti vogliamo sostituirci a chi si occupa del settore, ma perché dobbiamo conoscere questa zona e saperla valutare in relazione ai problemi della bocca per una diagnosi più mirata. Occorre quindi conoscere più parametri ed in modo più approfondito, anche fuori dalla bocca, per la diagnosi dei problemi stomatognatici, continuando ad occuparci della sola bocca per quanto riguarda la terapia.

Per capire la relazione esistente tra bocca e postura, abbiamo raccolto per anni in cartella i dati sia dell’una che dell’altra. Da un punto di vista didattico è bene sapere che il piano frontale in bocca va con il piano frontale della postura, mentre il profilo della bocca va con il profilo della postura.

Com’e nato il progetto per i miei studi?

Quello che ha portato a quanto vi mostrerò si è sviluppato attorno a due frasi che ho sentito dai chiropratici nei primi anni ’90. La prima è questa: ”noi non sappiamo niente o quasi sull’occlusione, però osserviamo che a volte, nel movimento di apertura della bocca si apre anche la testa ”e la seconda: ”sappiamo che quando la testa si flette, la mandibola si sposta in avanti e quando si estende, la mandibola si sposta indietro”. Fui colpita dal fatto che finalmente qualcuno parlasse di movimento della bocca e lo associasse al movimento della testa; ma era un terreno totalmente sconosciuto, tutto da esplorare ed io nel mio piccolo ho fatto un progetto per verificare quelle parole! Mi venne allora l’idea di associare al tracciato cefalometrico classico su teleradiografia in latero-laterale anche il tracciato di Rocabado per valutare l’angolo cranio vertebrale che esprime la posizione della testa sul collo; ho aggiunto la lettura della postura (fronte e profilo, compresi gli appoggi podalici) e ho introdotto il test muscolare, la valutazione della cervicale e delle SIPS (spine iliache postero superiori), facendo tutto questo per ciascun paziente e per molti anni prima di arrivare ad una qualche conclusione certa.

Passiamo ora all’analisi posturale per integrarla poi con tutto il resto.

Indice

INTRODUZIONE

CAP. 1 LA POSTURA

1) FISIOLOGIA DELLA POSTURA FRONTALE
2) FISIOLOGIA DELLA POSTURA DI PROFILO

2.1 formazione curve vertebrali
2.2 piede piatto
2.3 piede cavo

 

CAP. 2 IL PROFILO E LA BOCCA

POSTURA DI PROFILO:

1) STABILITÀ CERVICALE IN STATICA (riposo)
2) INSTABILITÀ CERVICALE IN STATICA (riposo)
3) STABILITÀ CERVICALE IN DINAMICA:

3.1 apertura, chiusura, deglutizione

4) INSTABILITÀ CERVICALE IN DINAMICA:

4.1 estensione atlanto –occipitale
4.2 flessione atlanto-occipitale

5) SCHEMI RIASSUNTIVI

5.1 equilibrio tra tono dei muscoli posturali anteriori e posteriori
5.2 prevalenza o attivazione del tono posteriore
5.3 prevalenza o attivazione del tono anteriore

6) LETTURA SUL PROFILO DEI PROBLEMI SIMMETRICI

6.1 dagli arti inferiori (piedi)
6.2 dalla bocca (DV)

7) LETTURA SUL PROFILO DEI PROBLEMI MEDIANI

7.1 Bocca: gli stimoli mediani nocicettivi per la cervicale, la bocca come una scatola in profilo
7.2 Lingua e deglutizione
7.3 Funzioni di respirazione e deglutizione:

7.3.1 deglutizione atipica per respirazione orale e postura cervicale
7.3.2 respirazione orale, deglutizione interposta e tipologia individuale
7.3.3 deglutizione atipica per anchiloglossia e postura cervicale

8) POSTURA CERVICALE DI PROFILO E POSIZIONE RECIPROCA DEI MASCELLARI (classi scheletriche)

8.1 le variabili del sistema
8.2 nuovi parametri per una definizione di classe scheletrica

9) LA RELAZIONE CENTRICA FUNZIONALE O RCF

9.1 raccolta dei dati per la costruzione delle cere
9.2 costruzione della cera in RCF
9.3 esempi clinici:

9.3.1 cera in RCF per II classe, 1° divisione
9.3.2 cera di RCF per III classe

 

CAP. 3 IL PIANO FRONTALE E LA BOCCA

POSTURA IN FRONTALE:

1) POSTURA IN FRONTALE E ASPETTO DELLA BOCCA IN FRONTALE

1.1 la bocca come una scatola anche in frontale
1.2 due casi clinici

2) MASTICAZIONE E RAPPORTO TRA I MASCELLARI IN FRONTALE (RNO di Planas)

2.1 fisiologia della masticazione

3) CORELAZIONE MASTICAZIONE-DEAMBULAZIONE

3.1 masticazione monolaterale e carichi podalici
3.2 relazione tra alterata deambulazione e masticazione monolaterale
3.3 schema di modificazioni posturali secondo il tipo di masticazione
3.4 schema di masticazione conseguente ad alterazioni posturali da danno organico agli arti inferiori

4) LA DEAMBULAZIONE E LA DINAMICA DELLA ANDATURA SECONDO G. GOODHEART

4.1 fisiologia della deambulazione
4.2 la dinamica dell’andatura secondo G. Goodheart
4.3 un caso clinico

5) RELAZIONE TRA BOCCA E ALTA CERVICALE IN FRONTALE

5.1 fisiologia della bocca e fisiologia dell’alta cervicale in frontale
5.2 tipo di torsione della testa e lato di masticazione: compensi in fisiologia e compensi in patologia
5.3 i quattro tipi di torsione della testa sul piano frontale
5.4 riassunto sul piano frontale

6) LETTURA SUL PIANO FRONTALE DEI PROBLEMI ASIMMETRICI E DELLE TORSIONI STRUTTURATE (SCOLIOSI)

6.1 le asimmetrie che vengono dalla zona bocca-cranio
6.2 le asimmetrie che vengono dai piedi, dagli arti inferiori e dal bacino
6.3 le asimmetrie che vengono dalla colonna (scoliosi)

7) LA RELAZIONE CENTRICA DALLA CERVICALE O RCC

7.1 raccolta dei dati per la costruzione delle cere
7.2 costruzione della cera in RCC
7.3 quando la cera di RCF e quando quella di RCC

 

CAP. 4 LA DIAGNOSTICA CLINICA E STRUMENTALE

1) MATERIALI E METODO
2) LA CARTELLA CLINICA