Logo Centro Corsi Martina
Home page

ECM

EDIZIONI MARTINA S.R.L.
40126 Bologna - Via delle Belle Arti 17/E - Tel. 051.6241343 - Fax 051.545.514 - info@edizionimartina.com
FILIALE: 00161 Roma - Via Imperia, 31 - Tel. e Fax 06.440.45.03 - filiale.roma@edizionimartina.com

Il carrello Ŕ vuoto
Autore Titolo Indice
 

 

Sei il visitatore numero

 




  • PRESENTI COME ESPOSITORI
    01-02 DICEMBRE 2017

    19║ Congresso Nazionale SIOI
    Palazzo dei Congressi - Via Giacomo Matteotti, 1 - PISA

Presentazione
Ricordando un amico
Prefazione
Indice
 

Vol. 38 - DEBONDING IN ORTODONZIA PROCEDURE CLINICHE ED ASPETTI MICRO-MORFOLOGICI

ALESSANDRI BONETTI G. - ZANARINI M. - MONTEBUGNOLI F.

Pag. 56 - 103 illustrazioni a colori

ISBN 978-88-7572-158-9

Prezzo di copertina 45,00 €

Se acquista online, sconto internet -15%


38,25 €

Quantità


Presentazione

Voglio essere sincero…questa non era la presentazione che avevo scritto all’inizio.
Il testo era diverso più allegro ed entusiasta come è consueto in un momento in cui si vede realizzato un progetto…ma non questa volta.
Il 18 aprile scorso è mancato il Dr. Alfredo Martina… per me semplicemente ed affettuosamente Alfredo… e quindi ho cambiato tutta la prima parte del mio scritto.
Voglio, e parlo a nome anche di mio padre Damaso, di tutti gli Autori e di tutti i Lettori di questa Collana, ringraziare il Dr. Alfredo Martina per quanto ha fatto per l’Ortognatodonzia Italiana.
All’interno di una società scientifica sono importanti sia i Ricercatori che pensano e sviluppano il futuro sia i Docenti che lo spiegano ma spesso ci si dimentica degli Editori che permettono la diffusione delle idee degli uni e gli insegnamenti degli altri.
Gli Editori hanno un ruolo principale.
Senza di esso tutto sarebbe molto più complicato per noi e per i nostri pazienti.
Grazie Alfredo…grazie veramente di tutto.
Sono sicuro che tu sia già al lavoro per pubblicare qualcosa di utile.

 

Torniamo a noi e come Editor desidero sempre far trasparire i perché abbiano scelto questo titolo. I motivi sono stati essenzialmente tre.

Il primo: in realtà in ortodonzia ci sono solo due fasi che accomunano tutte…ma proprio tutte le vari tecniche ortodontiche e queste due fasi sono il posizionamento e la rimozione delle apparecchiature. Tutto il resto è perlomeno discutibile… compresa la diagnosi (…ahimè…).

Ecco quindi il desiderio di riempire un vuoto nella nostra Collana. Bonding e debonding rappresentano due momenti critici della nostra terapia, spesso sottovalutati se non addirittura delegati. Non ho problemi a confessare che nella mia pratica clinica queste due fasi sono per me irrinunciabili e che svolgo sempre con estremo piacere.

Il bonding è una fase critica, che potrebbe incorporare errori tali che si pagherebbero poi a distanza in termini di tempo di trattamento ma anche, e forse soprattutto, in termini di salute del paziente.

Il debonding, fatta salva la criticità dell’azione di distacco, è essenzialmente una festa e io voglio partecipare alla festa per cui il nostro paziente ha tanto lavorato…è come andare alla seduta di laurea di un vostro amico, con cui avete passato tutti gli anni dell’università.

Il secondo: volevano colmare una grave lacuna rimasta inspiegabilmente presente nei 37 volumi precedenti. In una collana edita a Bologna non avevamo mai ospitato un’opera dell’Università degli Studi di Bologna. Ci scusiamo di ciò e siamo veramente grati al Prof. Alessandri Bonetti (confesso di essermi concentrato per scrivere il cognome …per me è …Giulio…semplicemente) e dei Dr.i Zanarini e Montebugnoli per averci permesso di colmarla.

Il terzo: per me è stato un tuffo nel passato….perché nel secolo scorso un giovane specializzando (il sottoscritto) fu autorizzato dall’allora suo Direttore (Prof. Giuseppe Sfondrini, che colgo l’occasione per ringraziare pubblicamente per tutto ciò che mi ha insegnato…grazie Prof.!!!...sono sempre in debito con Lei) a portare al 68° Congresso dell’European Orthodontic Society, che nel 1992 si teneva a Venezia, le sue ricerche sulle tecniche di debonding termo-elettrico…e quella comunicazione mi permise di respirare aria “internazionale” per la prima volta. Non ho mai dimenticato quei giorni…e ora spero sia più facile comprendere perché per me questo titolo ha una fascino tutto particolare.

Credo quindi sia una monografia da consigliare non solo agli neofiti ma anche agli ortodontisti più esperti, perché troveranno tanti piccoli, o forse grandi, suggerimenti per migliorare.

Alla casa Edizioni Martina, un rinnovato plauso ed un ringraziamento per l’inesauribile energia ed entusiasmo che continua a profondere. Agli Autori le mie più sincere congratulazioni per il risultato prodotto.

Come sempre Vi auguro una buona lettura e ricordatevi che spesso le nostre “avventure cliniche” iniziano con un attacco e del composito..…non dimenticatelo e non sottovalutatelo mai.

Prof. Alberto Caprioglio
Professore Associato di Odontostomatologia
Direttore della Scuola di Specializzazione in Ortognatodonzia
Direttore del Centro Ricerche I.T.E.B.
Dipartimento di Scienze Chirurgiche e Morfologiche
Scuola di Medicina - Università degli Studi dell’Insubria
alberto.caprioglio@uninsubria.it

Ricordando un amico

Caro Alfredo,

Questo è l’ultimo saluto che ti invio dopo quasi quarant’anni di frequentazione.
Quarant’anni operosi, ricchi e densi non solo di tanti volumi pubblicati fra i miei o tradotti o diretti per la collana, arrivata proprio in questi giorni al 38º volume, e che ad ogni uscita ti rendeva felice e ti dava nuovo entusiasmo ed energie!

Ma, soprattutto quarant’anni densi di un’amicizia che via via negli anni divenne sempre più profonda, sentita, calorosa, ricca di umanità, di gioia, di gratificazioni, di allegria e momenti di dolcezza ma anche di ansie, di lacrime, di confessioni, di dolore, di sofferenze, che negli ultimi anni si sono acuite.

Quante primizie librarie italiane o di autori stranieri sono comparse nel tuo Palmarès! Nomi illustri, il Gotha della Odontoiatria Internazionale e nazionale è stato edito con la tua casa.

Editore accorto, saggio, lungimirante, anticipatore dei tempi e delle ricerche degli autori migliori.
Avevi il fiuto del cercatore di talenti, ti bastava poco per capire se l’opera era meritevole di essere da Te stampata, ma poi con umiltà e semplicità tu chiedevi ed ascoltarvi il parere di alcuni che ritenevi veramente amici e super partes e che sapevano consigliarti o criticarti, con grande schiettezza d’animo e solo allora prendevi la tua decisione.

Di te mi piaceva la tua forza d’animo nel combattere, la tua caparbietà nel condurre l’impresa, la tua sicurezza come manager, la tua strategia editoriale, ma al tempo stesso mi colpiva e commuoveva la tua generosità, il tuo altruismo nell’aiutare gli altri ed in particolare i giovani, creando non solo offerte editoriali direi quasi regalate per loro, al fine di stimolarli a leggere, a studiare, a migliorare, a perfezionarsi, a crescere, ma creando anche per loro un centro di aggiornamento continuo, invitando i migliori oratori a livello internazionale.
Poi vennero gli anni difficili ma non ti ho mai visto arrenderti.

Combattevi come quando eri in marina, con tenacia, coraggio determinazione, sapendo soffrire in silenzio, ma sempre con un grande spirito di volere e sapere superare le prove che si facevano sempre più difficili ed aspre.
Mi hai insegnato molto nelle lunghe telefonate settimanali, eri tu che infondevi coraggio e speranza, finendo a volte anche con una nota di allegria.

Non Omnis Moriar!!

Caro Alfredo, non sarai dimenticato, ma la parte più alta e spirituale, la tua anima vivrà per sempre!

Come dice Sant’Agostino:

“Il settimo giorno non ha sera, ne’ tramonto… Anche tu compiute le tue opere molto buone, riposerai nel Signore nel sabato della vita eterna!”.

E di lassù potrai proteggere oltre i tuoi cari anche tutti noi.
Con tanto affetto e viva commozione.
Il tuo vecchio amico

Maso

Prefazione

It is my pleasure to have the chance to write a small forward to this addition to a long chain of booklets on orthodontics.

Bonding of “handles” brackets and retainers is a “sine qua non” for the orthodontist who want to apply forces to the teeth with fixed appliances.

The present addition to the chain goes in details with all aspects of bonding starting with the history followed by a thorough description of the two surfaces, the enamel and the base of the brackets.

The clinical procedures are described in detail as is the possible errors in addition to clinical advice of how to minimize the iatrogenic damages.

The book is nicely illustrated and can definitely be recommended to the dentist or hygienist or orthodontists that are starting the bonding procedure.

Even when in some countries only doctors with a dental degree can do the bonding in other countries the procedure is often delegated to the staff.

Whether one or the other is responsible the book produced by Giulio Alessandri Bonetti will be of value as a prerequisite before boarding the treatments with fixed appliances.

Prof.ssa Birte Melsen
D.D.S. Dr. Odont retired Chairperson
Department of Orthodontics
School of Dentistry
University of Aarhus
Visiting professor West Australia Perth
Visiting professor Lexington Kentucky

Indice

INDICE

PRESENTAZIONE

PREFAZIONE

RINGRAZIAMENTI

CAPITOLO 1
PRINCIPI DI ADESIONE IN ORTODONZIA

1.1 MORFOLOGIA DELLO SMALTO DENTARIO

1.2 MORDENZATURA

1.3 ADESIVO (BONDING)

1.4 COMPOSITO

1.4.1 AUTOPOLIMERIZZAZIONE

1.4.2 FOTOPOLIMERIZZAZIONE

1.5 SISTEMI DI RITENZIONE DEI BRACKETS

1.6 BIBLIOGRAFIA

 

CAPITOLO 2
IL DEBONDING

2.1 STRUMENTI PER IL DEBONDING

2.2 TECNICHE DI DEBONDING

2.3 ADHESIVE REMNANT INDEX (A.R.I)

2.4 ANALISI AL SEM-EDX

2.5 RISCHI LEGATI AL DEBONDING

2.6 BIBLIOGRAFIA

 

CAPITOLO 3
IL CLEAN-UP

3.1 STRUMENTI PER IL CLEAN-UP

3.2 TECNICHE DI CLEAN-UP

3.3 INDICE DI DANNO ALLO SMALTO - ENAMEL DAMAGE INDEX (E.D.I.)

3.4 RISCHI LEGATI AL CLEAN-UP

3.5 BIBLIOGRAFIA

 

CAPITOLO 4

CONCLUSIONI

4.1 BIBLIOGRAFIA