Logo Centro Corsi Martina
Home page

ECM

EDIZIONI MARTINA S.R.L.
40126 Bologna - Via delle Belle Arti 17/E - Tel. 051.6241343 - Fax 051.545.514 - info@edizionimartina.com


Il carrello Ŕ vuoto
Autore Titolo Indice

 

Sei il visitatore numero

 




Autrice
Presentazione
Prefazione
Indice
La prima pagina
 

CHIRURGIA ORALE RIGENERATIVA: applicazioni cliniche ed aspetti biologici dei biomateriali da innesto osseo

PAPPALARDO S.

Pag. 104 - illustrazioni a colori

ISBN 978-88-7572-072-8

FUORI CATALOGO

Prezzo scontato

30,00 €

Quantità


Autrice

Prof.ssa Sabrina PAPPALARDO

Laureata in Medicina e Chirurgia a Catania nel 1992. Specializzata in Odontostomatologia a Catania.

Nel 1993, si è perfezionata in Chirurgia Orale, Implantologia e Parodontologia, presso l'Institute de Stomatologie, Chirurgie Plastique e Chirurgie Maxillo-Faciale, Università Pierre et Maire Curie Salpietrere di Parigi.

Nel 1995, si è perfezionata in Chirurgia Orale presso il Department of Oral and Maxillo-Facial Surgery del Cuy's Hospital di Londra.

Nel 1997, ha vinto il concorso per Ricercatore Universitario presso l'università di Catania. Nel 1999, si è perfezionata presso la Cattedra e Divisione di Chirurgia Maxillo-Facciale dell'Università di Milano, diretta dal Prof. Roberto Brusati.

Dal 2002, è Professore Associato, presso il Corso di Laurea in Odontoiatria e Protesi Dentaria dell'Università di Catania, dove, attualmente, insegna: "Chirurgia Orale e Malattie Odontostomatologiche". Ricopre, inoltre, un insegnamento presso il Corso di Laurea in Igiene Dentale e la Scuola di Specializzazione in Ortognatodonzia dell'Università di Catania. Nel 2003, si è perfezionata in Chirurgia Parodontale ed Impiantare, presso il Dipartimento di Parodontologia della Tufts University di Boston e, lo stesso anno, ha diretto l'U.O.C. di Odontoiatria presso l'Azienda Ospedaliera Cannizzaro di Catania.

Attualmente, dirige l'U.O.S.D. di Pronto Soccorso Odontoiatrico, presso l'Azienda Ospedaliero-Universitaria Policlinico "Gaspare Rodolico" di Catania.

Autore di numerose pubblicazioni su notevoli riviste nazionali ed internazionali, la Prof.ssa Sabrina Pappalardo, partecipa in qualità di relatore, a prestigiosi congressi nazionali ed esteri.

È socio attivo della Società Italiana di Chirurgia Odontostomatologica (SldCO) e della S.E.N.A.M.E. (Southern Europe, North Africa, Middle East) Implantology Association. La formazione clinica e scientifico-culturale della Prof.ssa Sabrina Pappalardo, comprende diversi campi della chirurgia orale, con particolare riferimento alla chirurgia ossea, implantare, parodontale, degli inclusi e rigenerativa correlata all'ingegneria tissutale.

 

Presentazione

Con grande compiacimento presento quest'opera sviluppata su un tema come quello della chirurgia orale rigenerativa di estrema attualità ed interesse scientifico.

In questi ultimi anni la chirurgia odontoiatrica ha presentato notevole sviluppo e differenziazione sia riguardo a nuovi materiali entrati nell'uso sia riguardo a migliori metodi operatori.

Un'ulteriore possibilità di lustrare vari problemi al lettore consiste in sempre maggior misura nell'applicazione di ausili visivi.

Perciò la ricca iconografia permette al lettore di orientarsi subito sugli esempi, per una proficua lettura del testo.

Così combinando originali ricerche cliniche dell'autore nell'ambito dei biomateriali a tecniche chirurgiche innovative con riscontri anche istologici si è cercato di introdurre passo per passo il lettore nelle problematiche dei processi patologici e nei singoli procedimenti operatori.

Sono certo che il libro costituisce un aiuto sia per gli studenti di odontoiatria, per gli specializzandi in chirurgia orale ed odontoiatri tutti.

Auguro, per tanto, a quest'opera tutto il successo che si merita.

Prof. Felice Roberto Grassi

Direttore Dipartimento
di Odontostomatologia
e Chirurgia Maxillo Facciale
dell'Università di Bari

 

Prefazione

Questo testo è frutto della personale esperienza clinica, scientifica e sperimentale dell'Autore, acquisita nel campo della chirurgia orale rigenerativa. Inopinabilmente, questo campo, rappresenta l'evoluzione più affascinante e più significativa, della poliedricità della chirurgia orale.

Scopo di questo testo, infatti, è quello di mostrare, sia allo studente del Corso di Laurea in Odontoiatria e Protesi Dentaria che allo specializzando, sia all'odontoiatra formato, il cammino attraverso cui, giungere alla meta del successo clinico, in chirurgia ossea rigenerativa, alla luce dell' "Evidence Based Medicine".

A fronte della complessità dell'argomento, si è ritenuto opportuno, un excursus che iniziasse dall'enunciazione dei principi base del rimodellamento e della rigenerazione ossea, e si conducesse poi, attraverso l'individuazione dei biomateriali di nuova generazione, con descrizione analitica delle loro caratteristiche più pregnanti e confacenti alla pratica clinica dell'odontoiatra.

Infatti, il testo, costituisce un summit dell'esperienza clinica dell'Autore, in campo implantare, preprotesico, nella chirurgia delle lesioni cistiche, degli elementi dentari inclusi e nelle procedure di rialzo di seno mascellare.

La chirurgia orale, attualmente, ha subito un incremento esponenziale, tale da interagire con l'ingegneria tissutale ed assurgere a disciplina rigenerativa, che deve costituire il razionale biologico d'elezione.

Pertanto, oltre che da una ricca iconografia, il testo è arricchito da originali ricerche cliniche, istologiche, studi al microscopio ed in vitro, fino alle più recenti acquisizioni e scoperte innovative; il tutto, supportato da una bibliografia rigorosa ed aggiornata.

Pertanto ci si auspica, che nel "nel mezzo del cammin di nostra vita", il lettore trovi la via più idonea che lo conduca agevolmente alla propria verità.

Sabrina Pappalardo

 

Indice

CAPITOLO 1

STRUTTURA E RIMANEGGIAMENTO DELL'OSSO

Funzione e struttura dell'osso

Cellule ossee
Matrice organica
Componente mineralizzata

Rimodellamento, guarigione e rigenerazione ossea

Fasi del rimodellamento osseo
Fattori di regolazione del rimodellamento osseo
Guarigione ossea

Biomateriali


CAPITOLO 2

INNESTI OSSEI AUTOLOGHI

Applicazioni cliniche

Studio clinico: Correzione di creste ossee edentule mediante prelievi a onlay dalla sinfisi mentoniera


CAPITOLO 3

INNESTI OSSEI ALLOGENICI

Studio in vitro:

Valutazione in vitro del comportamento di cellule osteoblasto-simili MC63 poste a contatto con DBM

Applicazioni cliniche

Studio clinico: Chirurgia preprotesica: valutazione dell'impiego di DBM nella procedura di rialzo del seno mascellare


CAPITOLO 4

INNESTI OSSEI XENOGENI (O ETEROLOGHI)

Studio in vitro:

Valutazione in vitro del comportamento di cellule osteoblasto-simili MG63 poste a contatto con osso bovino deproteinizzato

Applicazioni cliniche

Studio clinico ed istologico: Platelet rich plasma in associazione con osso bovino e GBR stimola la rigenerazione ossea: Case report: analisi clinica, istologica e istomorfometrica
Studio clinico: Valutazione degli effetti rigenerativi in deficit ossei dei settori estetici mediante l'utilizzo di materiale eterologo: esperienza clinica


CAPITOLO 5

INNESTI OSSEI ALLOPLASTICI (SOSTITUTI OSSEI SINTETICI)

Ceramiche

Studio clinico ed istologico: Valutazione dell'HA nel trattamento di deficit ossei parodontali e studio istologico sull'uomo

Copolimeri

Studio in vitro: Valutazione in vitro del comportamento di cellule osteoblasto-simili MC63 poste a contatto con PLGA


CAPITOLO 6

L'INGEGNERIA TISSUTALE

Principi base dell'ingegneria tissutale

Approccio osteoconduttivo
Trapianto di cellule osteogeniche
Approccio osteoinduttivo

Vascolarizzazione dei tessuti ossei bioartificiali

Considerazioni finali

 

La prima pagina

CAPITOLO 1

STRUTTURA E RIMANEGGIAMENTO DELL'OSSO

Per una chiara comprensione dei meccanismi di integrazione dei materiali da innesto osseo, è necessario soffermarsi sulle caratteristiche strutturali ed istologiche dell'osso, e sui processi di rimodellamento, guarigione e rigenerazione ossea.

FUNZIONE E STRUTTURA DELL'OSSO

L'osso è un tessuto dinamico altamente vascolarizzato, la cui capacità di rimodellarsi e guarire, si esplicita senza cicatrici residue. Assolve, inoltre, alla funzione di protezione degli organi interni e rappresenta una riserva di minerali, che possono essere facilmente mobilizzati, al fine di provvedere all'omeostasi del livello di calcio ematico.

Le svariate funzioni dell'osso, richiedono un'architettura complessa di questa struttura. Nell'adulto il tessuto osseo risulta costituito da una componente trabecolare, rappresentata dalla midollare, e da una componente compatta, l'osso corticale.

All'interno, la struttura ossea è popolata da una varietà di cellule differenti, ma la sua funzionalità è mantenuta da tre tipi differenti di cellule: gli osteoblasti, gli osteociti e gli osteoclasti. Queste cellule, vivono immerse in una elevata quantità di matrice complessa che consiste di una componente mineralizzata, l'idrossiapatite, e di una non mineralizzata, che contiene collagene, glicoproteine, proteoglicani e sialoproteine, che svolgono un ruolo essenziale nel controllo del rimodellamento osseo.

Lo sviluppo e la crescita dell'osso, sono dei processi complessi che coinvolgono una serie di fattori di crescita e di trascrizione che coordinano l'interazione delle cellule e della matrice in relazione agli stimoli esterni ed interni.

Da un punto di vista istologico, l'osso risulta strutturato in lamelle di matrice osteoide calcificata. L'arrangiamento di queste lamelle, determina la struttura dell'osso, corticale o trabecolare. L'osso corticale, o compatto, contenente osteociti, è arrangiato in maniera concentrica attorno ai canali di Havers. L'osso trabecolare è formato da una rete di lamelle ossee, delimitanti cavità in cui si trova il midollo osseo. Sia l'osso corticale che l'osso trabecolare contengono cellule specializzate, matrice organica e una componente mineralizzata.

Cellule ossee

Nella struttura ossea sono presenti vari tipi di cellule, osteoblasti, osteoclasti e osteociti; queste cellule si ritrovano all'interno del tessuto osseo stesso o nello stroma del tessuto connettivo del midollo osseo, che è ricco di cellule mesenchimali staminali.

Le cellule mesenchimali staminali (CSM) sono delle cellule in grado di differenziarsi in osteoblasti, condroblasti, adipociti e mioblasti, in funzione dei differenti segnali che provocano l'attivazione di geni diversi.

Le risorse di queste cellule, presenti nel periostio e nel midollo osseo, si riducono notevolmente con l'aumentare dell'età (Tabella 1.1).

Gli osteoblasti emettono dei processi citoplasmatici verso la matrice, che, inoltre, comunica con la rete di osteociti. Sia gli osteoblasti che gli osteociti, presentano delle proteine transmembrana e delle integrine che fungono da connessione intercellulare e tra la matrice e le cellule stesse, consentendo il passaggio di calcio, citochine e prostaglandine...